donne che cercano uomini a santiago del estero

La tragedia di Pilato è stata che la verità era dinanzi a lui nella persona di Gesù Cristo, e che lui non è stato capace di riconoscerla.
Ma dobbiamo essere coerenti: amiamo la verità, viviamo nella verità, proclamiamo la verità!
Rivolgendosi ai giovani croati ha detto: Saluto cordialmente anche tutti i giovani croati.
In seguito, rispondendo generosamente alla chiamata di Cristo, lo hanno seguito per la vita.Il Papa ha poi così salutato i giovani olandesi: Saluto di cuore i giovani fiamminghi e olandesi.Infine, carissimi giovani, Cristo è la vita!O Cristo, mostraci la verità!Di cuore imparto a tutti la mia benedizione apostolica.Parlando nuovamente in italiano il Papa ha così proseguito:.3.Egli ci incontri sesso vigevano dà la forza.Le poesie sono di autori come Rosalia de Castro, Alvaro Cunqueiro, Antón Zapata, Martín Códax, Alda Merini oltre ad alcune poesie scritte e messe in musica da Xoán Curiel stesso.Lei camminerà con noi, sarà nostra compagna di viaggio e con il suo aiuto potremo seguire la vocazione che Cristo ci offre.Amati giovani, siate i benvenuti a questo incontro straordinario che ho tanto desiderato!Conclusi i saluti il Papa ha proseguito in spagnolo il suo discorso: Insieme a voi, che siete qui convenuti in così gran numero, ricordo, perché si sono uniti spiritualmente a noi, i tanti giovani e le tante giovani di tutto il mondo che hanno comunicato.Con profonda gioia mi fa piacere proporvi anche, come modello di sequela di Cristo, lencomiabile figura del servo di Dio Rafael Arnáiz Barón, morto come oblato trappista a ventisette anni di età nellabbazia di san Isidoro de Duenas (Palencia).Sono certo che sono molto unite a tutti noi attraverso la preghiera nel silenzio del chiostro.È necessario che queste parole dellultimo canto risuonino nei nostri cuori, poiché ci indicano il significato più profondo del cammino di san Giacomo: cercare la verità e proclamarla.Nonostante le meravigliose possibilità offerte allumanità dalla tecnologia moderna, nel mondo cè ancora molta povertà e molta miseria.Queste cose non possono riempire il cuore umano.Almeno due sono gli aspetti da mettere in luce, che rifulgono anche.Ostello Bello di viale Rosselli, il 4 giugno alle 18,30, e ad Albate.
Al tempo stesso, anche allo spettatore è negata la raffigurazione completa del suo corpo, o meglio degli organi genitali, che rimangono un piccolo mistero persino nel momento in cui Marina è costretta a un esame clinico.
Egli ci chiama, e la sua chiamata si realizza attraverso la persona di Gesù Cristo che ci dice, come ha detto agli apostoli: Vieni e seguimi.



Dioec., Epistula pastoralis,.


[L_RANDNUM-10-999]